Mo Vi Mento: ecco il simbolo depositato da Massimiliano Fotti

Massimo Fotti simbolo Mo Vi Mento
I sedicenti pirati clonatori sono stati denunciati persino dal vero Partito Pirata.

La combriccola di scazzoni millantatori, salita alla ribalta con i quindici minuti di celebrità del duodeno composto da Massimiliano Fotti e Manco Manuele Marsili, non ha ancora fininto di regalare sorprese.
L’anima bugiarda e truffaldina del Fotti traspare, oltre che dal proprio nome, nella dicitura del simbolo farlocco clonato da quello del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo: Mo Vi Mento. Chiarissimo l’intento ballista e la verve da mentitore imbroglione. Oltre al simbolo tarocco, non tardano ad arrivare dichiarazioni millantatorie.

Prima cazzata: «Nel 2005 iniziai a partecipare alle riunioni meetup e la partecipazione alle elezioni, già allora, mi sembrava uno sbocco naturale, ma Beppe non voleva sentirne».
Peccato che nessuno del Meetup di Bergamo, sua città di residenza, si ricordi di lui.
Seconda cazzata: «Nel 2007 insieme ad altri amici dei meetup, decidemmo di dar vita al Movimento 5 stelle con tanto di statuto, atto costitutivo, programma, e simbolo molto simile a quello successivamente adottato da Grillo».
Anche qui i conti non tornano. Secondo il sito Fanpage, che assciura di aver verificato l’elenco di simboli o marchi depositati nel 2007 riferiti o contenenti la parola “movimento”, non compare niente che assomigli vagamente al simbolo presentato dal Fotti.
Il simbolo originale del M5S, quello con la scritta “beppegrillo.it”, risulta depositato dal 2009 e registrato ufficialmente presso la banca dati dei marchi e dei brevetti del Ministero dello Sviluppo Economico il 26 luglio 2010. Addirittura il 20 marzo 2012 il comico genovese deposita anche lo stesso simbolo ma senza il suo nome sopra, proprio per evitare la contraffazione da parte di furboni come Massimiliano Fotti.
Quindi pure il simbolo farlocco presentato dal millantatore Fotti e spacciato come suo è in realtà di Grillo.

Terza cazzata: il suddetto millantatore, ed un altro scazzone, tal Manco Manuele Marsili, dicono di appartenere al Partito Pirata. La verità è che hanno provato a piratare pure il Partito Pirata, quello vero, con simbolo e sito tarocchi. Così il Marsili si è beccato un’ordinanza del Tribunale di Milano, pronunciata dal giudice designato dott. Pierluigi Perrotti, nella quale lo si vieta ad utilizzare il logo contraffatto ed il sito civetta pirateparty.it, oltre a fissare varie penali e condannare lo stesso Marsili a rifondere le spese legali, fissate in complessivi 4500 euro più Iva. Qui potete leggere l’ordinanza sul sito del Partito Pirata, ovviamente quello vero.

Appare chiaro che il Mo Vi Mento di queste marionette, più che essere una corrente ideologica o un gruppo politico, sia in realtà una dichiarazione d’intenti.
Ecco perché dietro a questi buffoni si nasconde una nota marca di vaselina.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Mo Vi Mento: ecco il simbolo depositato da Massimiliano Fotti

  1. Pingback: Marsili quotidiano: Libero di dire stronzate | sporchi banchieri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...