Scorte di vaselina per la marionetta Massimiliano Fotti

Massimiliano Fotti marionetta
Il millantatore viene sbugiardato da Anonymous e dal Meetup di Bergamo.

Chi o cosa si nasconde dietro a Massimiliano Fotti, il depositario del simbolo farlocco “Movimento 5 Stidde”? Molti seguaci della scuola del famoso medico e criminologo Ezechia Marco Lombroso, analizzando i tratti somatici del Fotti, ipotizzano che dietro ci possa essere un ingrasso di maiali, un allevamento di porci o più semplicemente una montagna di merda.

Il millantatore, catanese trapiantato a Bergamo, lascia intendere, in un alone di ambiguità, di essere stato tra i primi attivisti dei Meetup, promotore e addirittura fondatore del movimento. Sfortunatamente, nessuno dei partecipanti o frequentatori del Meetup di Bergamo si ricorda di lui.
Come se non bastasse, pare che la rete di hackers Anonymous abbia sgamato e intercettato alcune sessioni di chat del Fotti nelle quali, parlando con altri ambigui personaggi, chiede cosa debba dire e fare, chiaramente in attesa di ordini: “[…] tenetemi informato di tutto, sia su quello ke dite e ke devo dire, sia su quello ke stanno dicendo loro e anke Grillo, grazie”.
In un’altra conversazione viene ordinato a Massimiliano Fotti di calcare la mano sulla sceneggiata improntata sul vittimismo, ripetendo il mantra [sic]: “solo perchè sei nato a catania grillo dice che dietro di te c’è la mafia”.
Lo screenshot maggiormente incriminante è quello nel quale il Fotti, da buona marionetta, riceve i comandi da un certo Manco Manuele Marsili: “Tra poco ti chiama un giornalista della Sicilia: ripeti il mantra dell’articolo, e aggiungi che già come movimento 5 stelle, tu e gli altri avevate già partecipato alle amministrative del 2007 e 2008 in alcuni paesini sotto i mille abitanti…;) dai, che lo affondiamo!”.

Altra cazzata sparata da Massimiliano San Daniele Fotti è la millantata amicizia con Grillo; come prova esibisce una foto rubata per starda, come è possibile vedere nel video del Movimento 5 Stelle, quello vero, girato davanti al Viminale il 10 Gennaio 2013 (controllate il filmato a 0:50:13). Cioè il Fotti, come elemento probatorio, utilizza una supposta foto con Beppe Grillo (che come si evince chiaramente, nemmeno se lo stava cagando) scattata proprio durante la lunga attesa ai cancelli del Viminale per depositare il simbolo. Praticamente poche ore prima di depositare il simbolo farlocco, il millantatore Fotti tenta di strappare una foto con Grillo per potersi poi spacciare come amico del medesimo. Si tratta di surrealismo puro. Nemmeno Giuda era caduto così in basso.

In effetti, il simbolo originale depositato dalla marionetta riporta la dicitura “Mo Vi Mento”, con il chiaro intento truffaldino e ingannatore.
La vicenda ha scatenato l’ira degli italiani onesti, che ancora una volta si sentono truffati e presi per il culo. Per questo molte persone ora vogliono fottere il culo di Fotti, il quale pare che abbia iniziato a camminare con le spalle radenti ai muri.
Secondo le ultimissime notizie di un informatore anonimo, pare che dietro a MassimiliANO Fotti ci sia una nota marca di vaselina.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Scorte di vaselina per la marionetta Massimiliano Fotti

  1. Pingback: Mo Vi Mento: ecco il simbolo depositato da Massimiliano Fotti | sporchi banchieri

  2. Pingback: Marsili quotidiano: Libero di dire stronzate | sporchi banchieri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...