Giannino bugiardo? Svelato il mistero

Oscar Giannino Il Master del bugiardo
L’Oscar Wilde dei poveri è stato sputtanato pure dal Mago Zurlì.

La burrasca che ha travolto il candidato e giornalista dandy Oscar Giannino a pochi giorni dalle elezioni sembra trasformarsi in una tempesta.
Dopo essere stato abbandonato e sbugiardato da Luigi Zingales, docente di economia presso la University of Chicago Booth School of Business e cofondatore del movimento “Fermare il Declino” insieme a Giannino, il giornalista sembra, a quanto pare, ricevere un’ulteriore mazzata nientepopodimenoche dal Mago Zurlì.
L’eccentrico scazzone, come riportato da numerosi quotidiani, oltre a millantare titoli accademici aveva pure vantato una partecipazione allo Zecchino d’Oro, storico programma televisivo. Ma la smentita è arrivata proprio da Cino Tortorella, il famoso Mago Zurlì che, ai microfoni di “La Zanzara”, programma su Radio24, ha dichiarato: «Ho verificato su un annuario tutti i nomi dei bambini che hanno partecipato allo Zecchino dal ’61 in poi e non c’è nessuno che si chiama Oscar Giannino. E non è possibile presentarsi sotto falso nome. C’è stato solo un caso, con la figlia di Ugo Tognazzi presentata sul palco solo con il nome, senza il cognome, per non favorirla in alcun modo. Ma se uno avesse verificato avrebbe scoperto facilmente chi era. A quanto mi risulta Giannino non ha partecipato allo Zecchino D’Oro. E poi è una cosa seria, non un giochetto da laureati».

Essere sputtanati dal Mago Zurlì non è una cosa che possono vantare in molti. Ed infatti, forse anche grazie a questo merito, alla fine molto probabilmente il master dei bugiardi riceverà una prestigiosa laurea ad honorem per decisione unanime del Senato dell’Accademia della Bugia di Le Piastre, in provincia di Pistoia. Come ha dichiarato solennemente il rettore Emanuele Bagliomini, spiegando anche le modalità con le quali l’Oscar Wilde dei poveri potrà ottenere l’agognato titolo di “bugiardo”: «Dovrà soltanto tenere una lectio magistralis sulla bugia, nel corso del 37esimo campionato nazionale che si terrà nel paesino della montagna pistoiese nella prima domenica di agosto. Siamo sicuri che ce la farà senz’altro e lo aspettiamo a braccia aperte. Per noi è ormai diventato un mito e gli faremo seguire anche un master per capo metato (i piccoli locali dove si essiccano le castagne, prodotto tipico locale) tenuto dai migliori carbonai della zona. Così potrà colmare la doppia lacuna: laurea honoris causa e master in colpo solo. Ci dispiace vederlo costretto a inventarsi titoli che non possiede e questo è il minimo che possiamo fare per lui». Un comunicato dell’Accademia aggiunge: «con il suo gesto diventa decisamente il candidato più accreditato per guidare il “Partito della Bugia”, che ha già il suo simbolo (un Pinocchio che con il naso sostiene la bandiera italiana) e un suo programma, racchiuso sotto lo slogan “Noi lo diciamo prima” (che siamo bugiardi) ma non ha ancora individuato il proprio leader. Con la sua mossa adesso Giannino balza decisamente in testa alla folta schiera dei pretendenti».

A sostegno delle meritevoli qualità del giornalista dandy come eventuale leader del “Partito della Bugia”, aggiungiamo al suo curriculum un terzo video, ripreso durante il Convegno dell’Associazione San Michele Valore Impresa tenutosi a Rapallo il 27 settembre del 2008 dove, ancora una volta, il bugiardo dandy sfoggia i suoi presunti master (pare che quello di Chicago sia infatti solo il primo di tanti), addirittura ribandendo la cosa un paio di volte. Ecco qui il link al filmato: le parti relative al master si trovano al minuto 00:10 e 01:12.
Guardando il video vi renderete conto che Oscar Giannino potrà al massimo rubare sulle carrozze dei treni, secondo le sue stesse parole.
Le presunte lauree in economia e legge non esistono, i presunti master non esistono e la presunta partecipazione allo Zecchino d’Oro non esiste. Ma la verità più agghiacciante è un’altra: non esiste nemmeno Giannino. È solamente un ologramma messo a punto da alcuni presunti ricercatori di una presunta impresa giapponese in collaborazione con una presunta università di Chicago. E se andate a vedere su Google Maps, non esiste nemmeno Chicago.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Giannino bugiardo? Svelato il mistero

  1. raimondorizzo ha detto:

    C’è qualcosa di strano ragazzi ma non vado a controllare visto quanto è attendibile il suo curriculum. A mia memoria G. si è occupato della sezione economica del ILGIORNALE e quei grandissssimi giornalisti (allievi di Bernstein del Woodward del Washington Post) non si sono accorti di niente. G. ha subito almeno 3 processi, l’ultimo con Banca Intesa e anche qui non ci si è accorti di nulla. Ha lavorato per Radio24 che fanno le pulci alle pulci e nessuno parlava di falsi.
    Delle due l’una: connivenza oppure appena ti candidi in Italia ti controllano pure le radiografie del colon

    • sporchibanchieri ha detto:

      Si, e la connivenza potrebbe derivare dal fatto che ci siano molti altri sulla stessa barca, quella dei ciarlatani.
      Analizzando i video e le affermazioni di G, ci verrebbe da chiederti un parere professionale: potrebbe, il suddetto, essere considerato un bugiardo cronico e/o compulsivo, vittima pertanto di qualche disturbo come quello istrionico di personalità legato, magari, ad una lesione della corteccia pre-frontale, da inscriversi nel quadro clinico definito sindrome frontale descritta dal dr. J.M. Harlow relativamente al celebre caso di Phineas Gage?

      • raimondorizzo ha detto:

        Se non c’è del marcio in Danimarca e ne sono convintissimo, si tratterebbe di un F 60.4 = Disturbo istrionico di personalità appunto. La sbarra,però, stava per entrare agli italiani su per il culo.

      • sporchibanchieri ha detto:

        Ahahahaha… La sbarra è già entrata, speriamo almeno che tra poco esca.
        La cosa interessante è che parlando della questione psicologica con Giannino, il giornalista dandy potrebbe arrivare a dire che sia stato fra i curatori del DSM, arrivando al paradosso che quindi il DSM sia la sua stessa biografia.

      • raimondorizzo ha detto:

        sei o siete grandi

  2. ombreflessuose ha detto:

    Ma… più che bugiardo è un pirla, visto che sei sotto la luce dei riflettori, prima o poi ti scovano
    Però non paragoniamo un Genio (Oscar Wilde ) con un certo giannino
    Ciao, buona domenica
    Mistral

    • sporchibanchieri ha detto:

      Ahahah verissimo, il fatto che sia stato così fesso fa pensare a qualche tipo di patologia.
      Non ti preoccupare, più che un paragone è stata un’associazione di idee derivante dall’omonimia e dal look vagamente dandy del presunto economista.

      Buona domenica (e quel che rimane del sabato) anche a te

  3. Pingback: Giannino bugiardo da Oscar | sporchi banchieri

  4. Pingback: Il quotidiano Libero di dire stronzate su Marta Grande | sporchi banchieri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...