Marsili quotidiano: Libero di dire stronzate

Marsili quotidiano: Libero di dire stronzate
Il quotidiano di Belpietro basa le proprie notizie sui deliri di uno scazzone*.

Vi ricordate del mitomane Manco Manuele Marsili, il compare di Massimiliano Fotti, il duo di scazzoni che aveva depositato il simbolo farlocco del Movimento 5 Stelle? Quello che aveva provato pure a piratare il Partito Pirata, beccandosi un’ordinanza del Tribunale di Milano? Ne avevamo parlato in un paio di articoli: Scorte di vaselina per la marionetta Massimiliano Fotti e Mo Vi Mento: ecco il simbolo depositato da Massimiliano Fotti.
A quanto pare, il Marsili prova a tornare alla ribalta con un’azione tipica del suo stile: un’altra cazzata. Probabilmente dopo aver sporto denuncia nei confronti del blogger Claudio Messora, che aveva contribuito a sputtanare le furbate del Marsili, il finto pirata ha diffuso la notizia secondo la quale il video blogger sarebbe indagato dalla procura di Monza per «ricettazione, violazione, sottrazione, e rivelazione del contenuto di corrispondenza».

E secondo voi, chi mai avrebbe potuto riprendere la notiziona diffusa dall’autorevole voce del penoso sito del Marsili? Che domande. Ovviamente il ridicolo giornaletto di Maurizio Belpietro, “Libero Quotidiano“, che ha subito titolato: Messora, il portavoce dei Cinque Stelle è indagato per ricettazione.
Il blogger di byoblu.com, già di per sé tranquillo al momento di apprendere la “notizia” all’ora di pranzo, si è tranquillizzato ancor più appena ha scoperto da chi era partita e su quale testata era stata diffusa.
Incredibilmente il giornale di Belpietro, come sempre Libero di dire stronzate, fra le tante balle dell’articolo, nel quale era riportata nientepopodimenoche un’intervista con lo stesso Marsili, accusava il blogger di aver rubato delle email addirittura ad Anonymous! Questo, almeno secondo quanto affermato da Messora sul proprio blog che riporta: « “Il blogger, famoso per la sua attività su Byoblu, avrebbe sottratto insieme ad alcuni hacker email e dati sensibili di… Anonymous”. Cioè io, secondo Libero, avrei addirittura rubato le email nientemeno che ad Anonymous. Ma non è fenomenale?».
E qui si apre un altro mistero. Sarà per la stanchezza o la superfiacialità di Claudio Messora, saranno gli hacker di Anonymous o, la buttiamo là, la grandissima figura di merda fatta dal giornaletto di Belpietro, ma il virgolettato riportato sul sito di byoblu non compare più nell’articolo di “Libero Quotidiano”.

Chissà se il Marsili abbia mai pensato di fare il giornalista. Magari un giorno potrebbe pure arrivare a scrivere per il quotidiano di Maurizio Belpietro. Lì sì che sarebbe Libero di dire stronzate.

*[A parte il direttore]

Questa voce è stata pubblicata in Giornalismo & Informazione e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Marsili quotidiano: Libero di dire stronzate

  1. raimondorizzo ha detto:

    Avanti cosi. Caterpillar della melma. Un faro nel mare di servi dell informazione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...